Marie Antoinette – 2006

La locandina del film

Qu’ils mangent de la brioche! 

Buongiorno miei cari! Oggi mi sono svegliata francese, sarà l’influenza della zia o dell’amica parigine, fatto sta che mi sono andata a rivedere Marie Antoinette di Sofia Coppola. Diretto nel 2006 dalla figlia del grande Francis, come pellicola non è che abbia riscosso grandi plausi dalla critica newyorkese, mentre va detto che al box office e tra la critica di Francia ha avuto un grande successo. Sofia ci presenta una visione della vita di Maria Antonietta, Sposa di Re Luigi XVI, rileggendola in chiave pop. Nonostante infatti i costumi rispecchino gli eccessi e gli sfarzi della seconda metà del ‘700 francese, la storia, le musiche e un paio di converse ci mostrano un lato moderno della più conosciuta regina di Francia. Ora, che siate amanti dei film in costume o meno a me non importa molto, così come se siete rigidi sul vedere solo film che rispecchiano in ogni punto la storia così come è stata vissuta (che poi, chi sa come siano andate davvero le cose?). Quello che va guardato qui sono i costumi, la ricerca dei dettagli, la cura nello stile dell’eccezionale costumista Milena Cononero che ha portato il film a vincere l’Oscar nella categoria Best Costume Design nel 2007. Un’italiana, l’italiana dei costumi del cinema (vi ricordate il premiato Berry Lyndon e Momenti di Gloria? Farò un post per voi) che ripresenta Maria Antonietta come forse tutte ce la immaginiamo: giocosa, elegante e tremendamente francese. Ah l’allure! Ovviamente non vorrei farvi andare in giro agghindate come una dama del 700, ho sempre detto che non si deve prendere un look nel suo intero, ma dei singoli capi che possono stare nel vostro guardaroba e continuare a rimanerci nel tempo. Oggi farò anche un passo in più, il senso è quello di davi uno stile Maria Antonietta anche solo con i capelli e il trucco, proviamo!

Maria Antoinette Make Up

Capelli. No, non intendo parrucche bianche cotonate. Intendo gli accessori nei capelli. Maria Antonietta adora avere accessori nella sua chioma: farfalle, farfalle con lustrini, piume e cristalli o un fiore. Un pettine per capelli di cristallo con perle sarebbe perfetto. ATTENZIONE! Non esagerare, solo un oggetto è concesso, con un dress code sobrio ed elegante.

Trucco. Utilizzare una fondotinta pallido come base, per appianare il volto. Sulle gote delle guance stendere un velo di rosa chiaro, il migliore (e questo l’ho grazie a Mei Mei!) è Powder Blush MAC Cosmetics in Dollymix, che è una tonalità di rosa caramella puro. Quindi utilizzare una polvere iridescente delicata per illuminare il viso. Truccare gli occhi con l’eyeliner  e se volete azzardare utilizzate gli strass per gli occhi (se esagerate sembrerete Cher) da applicare lungo la palpebra superiore e infine vai di ciglia finte! Per le labbra un gloss nei toni del rosa è l’ideale per non apparire vistosa ma raggiante.

Orecchini. Ah qui potete sbizzarrirvi come volete. Io in questo periodo utilizzo i pendenti non troppo pieni, ma anche quelli stile barocco sono ottimi per illuminare il viso. Insomma, decidete voi. L’importante è ricordarsi che si può uscire senza occhiali, senza trucco e senza borsa, ma mai e poi mai senza orecchini.

Kirsten Dunst in una scena del film

Ora vado, so che sono stata per molto assente, sto cercando di concretizzare e pianificare i prossimi mesi! Per farmi perdonare prometto di mettere almeno 4 post questa settimana. Promesso!

M.

Vi lascio il trailer del film in lingua originale, merita davvero.

http://www.youtube.com/watch?v=1WjsqVwWyrI

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fashion in Movies e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...